header_vigna.jpg
Sei qui: Home Uffici Comunali Segreteria Avvisi INFO Canone abbonamento alla televisione 2016
Stampa  E-mail 
Venerdì 15 Aprile 2016 10:09

Questo articolo è stato letto: 2263 volte

remote control – CC0 BY @tookapic PixabaySi informa che il canone di abbonamento alla televisione 2016 è dovuto da chiunque sia dotato di apparecchio televisivo e si paga una sola volta a famiglia, a condizione che i familiari siano residenti nella stessa abitazione. Con la Legge di Stabilità 2016 sono state introdotte delle novità tra cui la riduzione del canone, la presunzione di detenzione di app. televisivi in caso di presenza di fornitura di energia elettrica e l'addebito in fattura per l'utenza elettrica.

 

 Il canone è dovuto da chiunque sia dotato di apparecchio televisivo (art.1 R.D.L. n.246/38) e si paga una sola volta a famiglia, a condizione che i familiari abbiano la residenza nella stessa abitazione.

Nota dal MISE: chiarimenti definizione "apparecchio televisivo"

 La nota tecnica esplicativa è stata emanata dal MISE per chiarire la definizione di apparecchio televisivo ai fini dell'obbligo del pagamento del canone.

Computer-smartphone-tablet non sono apparecchi televisivi SE sono privi di tuner (sintonizzatore) digitale terrestre (DVB-T / DVB-T2) o satellitare e quindi non devono pagare il canone Rai.

Legge di Stabilità

La Legge di Stabilità 2016 ha introdotto delle novità riguardanti il canone:

  • è stato ridotto a 100 euro il canone di abbonamento alla televisione per uso privato per l'anno 2016;
  • è stata introdotta la presunzione di detenzione dell'apparecchio televisivo nel caso in cui esista un'utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui una persona ha la propria residenza anagrafica;
  • è stato previsto, per i titolari di utenza elettrica per uso domestico residenziale, il pagamento del canone mediante addebito nella fattura dell'utenza di energia elettrica (in rate mensili; per il 2016 il primo addebito sarà in luglio, con arretrati). Per tali soggetti, quindi, il pagamento del canone non potrà più avvenire tramite bollettino postale.

remote control – CC0 BY @tookapic Pixabay

Modelli Dichiarazioni sostitutive

Non è più prevista la disdetta dell'abbonamento richiedendo il suggellamento dell'apparecchio tv.

I contribuenti titolari di un'utenza di fornitura di energia elettrica per uso domestico residenziale che vogliono disdire l'abbonamento, ed evitare l'addebito del canone RAI in bolletta, in quanto non detengono più apparecchi televisivi in alcuna dimora, devono presentare la dichiarazione sostitutiva di non detenzione con il modello appositamente predisposto, disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate.

N.B.: le dichiarazioni sostitutive hanno validità annuale!

La dichiarazione sostitutiva, per essere esonerati dal pagamento del canone per tutto il 2016 deve essere presentata con raccomandata senza busta entro il 30 aprile 2016, oppure in via telematica entro il 10 maggio 2016.

I cittadini che hanno compiuto 75 anni, con un reddito annuo non superiore a 6713 euro, per essere esonerati dal pagamento del canone RAI possono rivolgersi agli uffici dell'Agenzia per presentare una dichiarazione sostitutiva di richiesta di esenzione.

 Attenzione! la dichiarazione sostitutiva non deve essere presentata dai contribuenti che non sono titolari di un'utenza di fornitura di energia elettrica per uso domestico residenziale.

Info

Maggiori info nell'informativa allegata e per ulteriori dettagli consultare i siti di riferimento

http://www.agenziaentrate.gov.it/

http://www.canone.rai.it

800 938362

 

Allegati

Informativa sul Canone abbonamento alla televisione 2016 PDF/A
Modelli Dichiarazioni sostitutive mod

Ultimo aggiornamento :
Lunedì 23 Maggio 2016 09:04