Vai menu di sezione

Convivenza di fatto

n data 5 giugno 2016 è entrata in vigore la Legge 20 maggio 2016 n. 76 (apre il link in una nuova finestra) che istituisce le unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina le convivenze di fatto.

La convivenza di fatto è un istituto che riguarda sia coppie omosessuali che eterosessuali composte da persone maggiorenni unite stabilmente da legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale.

Per la costituzione delle convivenze di fatto le persone interessate devono sottoscrivere e presentare all'Ufficio Anagrafe una dichiarazione resa ai sensi della Legge n. 76/2016. Tra i conviventi si instaurano una serie di diritti ed obblighi che riguardano tra l'altro la sfera sanitaria/assistenziale, l'utilizzo della casa famigliare o l'assegnazione di alloggio di edilizia popolare, ecc.

I conviventi di fatto possono disciplinare i rapporti patrimoniali relativi alla loro vita in comune con la sottoscrizione di un contratto di convivenza, redatto in forma scritta, con un atto pubblico o con una scrittura privata con sottoscrizione autenticata da un notaio o da un avvocato, che ne attestino la conformità alle norme imperative e all'ordine pubblico. Ai fini dell'opponibilità ai terzi, il professionista entro i successivi dieci giorni trasmette copia del contratto al Comune di residenza per la registrazione in anagrafe.

Chi può richiedere

I/Le cittadini/e residenti nel Comune di Isera, coabitanti allo stesso indirizzo e iscritte nel medesimo stato di famiglia, non vincolate tra loro da rapporti di parentela, affinità o adozione e non uniti/e, tra loro o con terzi, da matrimonio o da unione civile.

Pagina pubblicata Martedì, 21 Maggio 2019 - Ultima modifica: Domenica, 26 Maggio 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto